Nonostante donne incinte e neonati non siano fra le categorie più a rischio di contrarre il Coronavirus, in questo periodo le gestanti stanno comunque vivendo la loro gravidanza con grande ansia e preoccupazione. 
 
Inoltre, il fatto che le misure precauzionali predisposte dal Governo per limitare il diffondersi dell’epidemia impediscono di limitare gli spostamenti, compresi quelli per andare dal medico, rappresenta un problema aggiuntivo non da poco. 
 
Sappiamo bene, infatti, come il primo pensiero delle future mamme sia la salute del proprio bambino oltre che la propria.  Ecco perché, dopo aver raccolto le indicazioni fornite dall’Istituto Superiore di Sanità e dal Ministero della Salute, abbiamo deciso di creare una breve guida per capire soprattutto: 
 
·      Qual è il modo giusto per ridurre i rischi di contagio. 
·      Come comportarsi quando dovete andare dal medico. 
 
Una donna in stato interessante, come abbiamo visto nell’articolo “Covid19: quali sono i rischi per una donna incinta e il suo bambino non è maggiormente predisposta a contrarre il virus Covid-19 rispetto ad altre categorie di persone. Questo significa che le raccomandazioni che aiutano a prevenire l’infezione nelle donne incinte sono le stesse che valgono per tutti. Ecco quelle principali: 
 
·      Lavarsi spesso le mani, attraverso un lavaggio che duri in media 40 secondi utilizzando acqua calda e sapone, oppure, se siete fuori casa, utilizzare un gel igienizzante a base alcolica. 
 
·      Nel caso di tosse o starnuti, assicurarsi di avere bocca e naso ben coperti o attraverso il gomito oppure grazie ad un fazzoletto usa e getta. 
 
·      Evitare di toccare occhi, naso e bocca con le mani. 
 
·      Non uscire di casa se non per motivi di lavoro, salute o altri motivi di necessità (ad esempio andare in farmacia, dal medico o a fare la spesa). 
 
·      Nel caso dobbiate uscire, mantenere la distanza sociale di almeno 1 metro, stare lontane dai posti troppo affollati e indossare preferibilmente guanti monouso e mascherina. 
 
Si ricorda infine che qualora si dovessero manifestare sintomi influenzali, quali febbre o raffreddore, sarà opportuno contattare immediatamente il proprio medico generale o la guardia medica, che vi daranno indicazioni subito sul da farsi. Evitare invece di precipitarsi al Pronto Soccorso per non gravare ulteriormente il personale medico e non incorrere in un inutile rischio di contagio. 

Partecipa alla discussione

Registrati a Mummyday per partecipare alle discussioni del blog